Renzi detonato

La leadership del Premier è ai minimi: le barricate in parlamento, Civati e Fassina addio, i circoli incontrollabili (Roma in primis), l’Europa divisa sui migranti, il populismo di Salvini. Cosa ha sbagliato Renzi dalle europee alle amministrative? Due cose: i migranti e il lavoro. Sui migranti ha speso troppo tempo pensando a come evitare le partenze, piuttosto che lavorare sul fronte europeo e dell’accoglienza, facendo crescere intolleranza e odio razziale. Sul lavoro ha dichiarato guerra ai sindacati (sull’articolo 18 del Job Act e sulla scuola) e l’ha persa, perdendo il voto a sinistra dei precari. Un consiglio? Fai qualcosa di sinistra.

Annunci

14 thoughts on “Renzi detonato

  1. Parto dalla tua chiusura: non c’è più una sinistra.
    Ma nel riguardo di Renzi, credo abbia sbagliato ben molto di più.
    Di più.
    So che è così facile puntare il dito contro di lui (vabbé a me non sta simpatico e mi riesce fin troppo facile), ma.. gli altri? Maggioranza o minoranza che sia, stando i titoli dei quotidiani, sbraitano a destra e a manca e poi..?
    Arriva l’ennesima fiducia.
    Altro capitolo che m’ha tolto voglia di seguire e capire: rimborso pensioni.
    Vabbè, tanto da dire.

    Salvini, ho espresso mio pensiero di cosa molto semplicemente penso di lui, da me. Perché arranca troppo a soffiare la poltrona a Renzi. E di certo non lo fa per fare un piacere a me.

    Liked by 1 persona

  2. Renzi ha semplicemente sbagliato i conti, alle Europee ha preso il 41% dei voti, sì, ma di fatto è il 20% circa degli aventi diritto, considerata l’altissima astensione, difficile fare il “padrone” con in tasca un quinto degli elettori. Tra l’altro la “vittoria” alle europee è dovuta soprattutto agli 80euro.

    poi ovviamente c’è tutto quello che hai scritto tu, poi c’è anche la questione Boschi/banche popolari, gli indagati al governo, le sue amicizie, gli impresentabili ma la cosa più grave è l’inconcludenza, non vi è un solo dato positivo, non ha risolto un solo problema, anzi, le cose sono peggiorate, non ha nessuna leadership a livello europeo, ecc. ecc. Non mi pare poco e non mi stupisce la scalata di Salvini

    porre la fiducia per una riforma scolastica è veramente roba da dittatura, detta in soldoni… la riforma della scuola, la riforma delle elezioni e la riforma del senato non sono priorità di fronte alla situazione in cui viviamo, come diceva De Niro… “è solo chiacchiere e distintivo”

    Liked by 1 persona

    1. Hai ragione, il Governo non ha “svoltato”. Ha solo promesso cambiamento ma poi ha riconfermato tutto il sistema politico precedente. Io penso che l’arroganza di Renzi dipenda, però, dalla debolezza del parlamento e dal fatto che nessuno vuole rischiare di mollare per poi non essere ricandidato. Questo ricattino ha dato tanta forza politica al Premier…forse, ora, le cose sono cambiate.

      Liked by 1 persona

      1. sicuramente, concordo, schiodarsi dalla poltrona e rischiare di perdere tre anni di agi, stipendi e via andando non è una prospettiva allettante. Comunque Renzi si brucerà da solo, addirittura io penso lo bruceranno i suoi stessi amici appena cambierà il vento.

        Liked by 2 people

  3. Renzi si è messo contro sindacati, elettori di sinistra che non accettano le nuove politiche alfaniane e insegnanti, ha snaturato completamente il PD, i risultati non arrivano, la ripresa è minima, le tasse potrebbero ancora crescere, non ha mantenuto le promesse (debiti della PA) e l’effetto 80 euro è finito. Persi il 9% dei voti e il declino continua…

    Liked by 1 persona

  4. Scrivo qui come orfano di partito e già da molti anni. Votavo PCI quando il clientelismo DC imperversava e il PSI iniziava sulla scia dei suoi ispiratori Thatcher e Reagan a cambiare la politica per trasformarla in comitato d’affari. Votai ancora PDS perchè speravo che si abbracciasse il futuro partendo dai vecchi errori strategici del PCI(che però almeno a livello locale funzionava). Già coi DS e il duo comico Veltroni-D’Alema ho iniziato ad avere i primi conati di vomito ma, di fronte all’alternativa Berlusconi per me era il male minore. Ma quando ho iniziato a vedere che si guardava più al Papa che ai lavoratori, che si parlava di banche per controllarle e che Binetti & company dettavano legge sui temi etici non ce la feci più. Votai per il primo IDV ma anche li rimasi deluso quando vidi l’ingenuità politica di Di Pietro. Alle ultime ormai disperato ho votato Tsipras pentendomi immediatamente poichè sapevo che qui c’erano solo ex deficienti di sinistra (diciamo sinistra…) e che non sarebbero approdati a nulla. Alle prossime politiche davvero non so come eserciterò il mio diritto di voto…non voterò certo questo PD. Non posso certo votare Berlusconi. Certamente non la Lega ed ancor meno M5S a cui non potrò mai perdonare di aver avuto il match ball del secolo per cambiare le cose ed averlo sciupato per inseguire non si sa bene cosa. Il resto(Sel e compagnia bella) è fuffa elettorale da poltrone minori.
    Brutta cosa sentirsi orfani…

    Liked by 1 persona

    1. Sei davvero riuscito a fare un affresco perfetto della tragica situazione in cui ci troviamo. Il PD ha tradito l’elettorato un minuto dopo il voto, quando ha tradito Bersani. Non avrà mai più il mio voto. Siamo davvero orfani e capisco perfettamente come ti senti perché le alternative attuali non mi interessano. A sinistra del PD si può costruire. Vediamo come si difenderà Possibile e cosa costruirà sulle rovine della sinistra italiana. Non mi aspetto nulla, ma spero di essere stupito.

      Liked by 1 persona

      1. Lo spero di cuore anche io di essere stupito! Bersani poverino non sarà certo stato la quinta essenza del politico perfetto ma se M5S lo avesse tenuto in vita avrebbe prima di tutto impedito l’ascesa del piacione fiorentino ma soprattutto avrebbe fatto piazza pulita nel PD cacciando la feccia attuale. Ed insieme potevano fare quelle due tre cose che erano fondamentali per ripartire tutti insieme. Che dirti? Aspettiamo insieme sfiduciati…

        Liked by 1 persona

      2. Sicuramente con Bersani avremmo scritto un’altra storia a sinistra, non questa. Siamo in tanti a pensarla così. Fare critiche a priori è sempre sbagliato, altrimenti non possiamo lamentarci. Per ora bisogna dare un po’ di fiducia a chi vuole cambiare la sinistra fuori dal PD e sperare in un buon risultato. Nel frattempo aspetteremo insieme un cambiamento vero.

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...