Amati

Avevo un problema con lo specchio: non mi vedevo. Osservavo tutti i difetti della pelle, gli spigoli. Il mio viso erano i miei occhi, mi restituivo solo quelli. Non me ne sono mai accorto: non mi vedevo. Il mio viso non c’era. Era sfocato, mai a fuoco. Non mi riconoscevo, io, in quello specchio. Poi arrivò lei. Grazie alle sue carezze sono riuscito a sentire la mia pelle. Ho riconosciuto i miei lineamenti, con i suoi baci. Mi ha amato e mi sono visto, accettato, amato. Era così vero: niente sovrastrutture. Ci guardavamo e ci specchiavamo negli occhi, liberi.

Advertisements

28 thoughts on “Amati

  1. Molto bello: vedersi attraverso gli occhi dell’altro, sentirsi amato, riconoscersi, amarsi… Io non ho mai avuto problemi di “immagine” mi sono sempre accettata e amata, mi sono “perdonata” i difetti, che fanno parte di me. Anche io , però, mi “riconosco” nei miei occhi.

    Liked by 1 persona

  2. Che belle parole. È proprio vero che non vediamo bene che col cuore. “L’essenziale è invisibile agli occhi”. Quante volte mi ha ripetuto che ero perfetta così, mentre io vedevo solo i difetti allo specchio.
    Fate una prova: specchiatevi al buio, lasciando che la luce venga da un’altra stanza… in modo tale che si veda la vostra sagoma. Solo così potrete essere obiettivi. Io ho visto un’altra me, lì dentro.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...