Blog abbandonati

I blogger hanno invaso il cyberspazio digitale. Parlano di tutto: moda, cibo, cinema, arte, letteratura, politica, giardinaggio, serie tv, animali, trucco, musica, informatica, medicina, fotografia. C’è chi posta dei video, chi scrive un libro, chi pubblica un post al giorno e chi copia dai professionisti. Poi ci sono i politicanti, che vendono idee. I miei preferiti sono quelli di chi ama scrivere ma non ha il tempo per farlo. Inevitabilmente il blog chiuderà e capitandoci per caso leggerò quell’ultimo post vecchio di anni, abbandonato senza spiegazioni per un nuovo amore, un fallimento, una nuova casa, un lavoro, un figlio. Chissà.

Annunci

26 thoughts on “Blog abbandonati

  1. In cinque anni, ne ho sfangati di blog.
    E conosciuti, chi più chi meno, di bloggers.
    Tra tutti, m’è rimasta una donna che trattava un blog di cucina: molto bello, belle ricette, belle foto a corredo. Da commento nasce commento, scambio di cel, leggera conoscenza, finché una sera le faccio ” e cosa di buono hai preparato per tuo marito?”, lei “nulla!, ho già cucinato tanto oggi per fare il post, lui stasera che arriva si riscalda la cena di ieri sera al microonde”.
    M’è crollato qualcosa.

    Liked by 5 people

  2. Trovo che rispetto a qualche anno fa la forma del blog sia un pò fuori moda e forse proprio per questo continua a piacermi. In un mondo veloce fatto di tweet e di pseudo amicizie “feisbucchiane” trovo che lo scrivere blog o il leggerli rappresenti qualcosa che esula dalla superficialità di questo tempo. Ed anche quei blog più leggeri o all’apparenza leggeri lasciano sempre qualcosa!

    Liked by 3 people

  3. Bloggo da oltre 15 anni. Hanno chiuso varie piattaforme, io no.
    Si era pochi come lo si è ora dove altri mezzi meno ‘impegnativi’ fanno da trait d’ union con l altro senza un retropensiero troppo impegnativo.
    I blog lasciati lì come appesi di per sé nascondono storie nn scritte. Chissà.
    Sherazadeimieiomaggimattutini

    Liked by 1 persona

  4. Mi è capitato di recente con il blog di una poetessa americana deceduta di recente, Maggie Estep. Aveva una pagina FB legata ad un blog ed è stato strano rileggerne i post, soprattutto quelli prima della dipartita.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...